Sharing is caring!



REGIONE TOSCANA : Direzione Agricoltura e Sviluppo Rurale. SETTORE SERVIZIO FITOSANITARIO REGIONALE E DI VIGILANZA E CONTROLLO AGROFORESTALE


Premessa
Nel mese di novembre 2018 il Servizio Fitosanitario Regionale della Toscana, durante un monitoraggio di routine sul territorio del Comune di Monte Argentario (GR), ha rinvenuto un focolaio del batterio Xylella fastidiosa (Xf) su alcune piante della macchia mediterranea e da giardino.


Xylella f.: Cos’è
Il batterio Xylella fastidiosa è compreso nella lista degli organismi nocivi da quarantena dell’Unione Europea ed è considerato uno dei principali problemi fitosanitari a livello mondiale a causa della capacità di infettare, per mezzo di insetti vettori molto comuni, un gran numero di specie vegetali di elevato interesse economico e paesaggistico.
Xylella fastidiosa danneggia le piante ma è innocuo per l’uomo e gli animali.
Il Batterio è già noto in Italia per la virulenza su Olivo della sottospecie “pauca” ed è stato rinvenuto nel 2013 In Puglia e ad oggi è diffuso nelle province di Lecce, Bari, Taranto e Brindisi,
La sottospecie ritrovata sul Monte Argentario, presente anche in altre parti d’Europa, è la sottospecie “multiplex”, che al momento appare più virulenta su altre specie vegetali che su Olivo.
Il batterio isolato nei campioni prelevati a Monte Argentario, come detto appartiene alla sottospecie “multiplex” e più precisamente al sottotipo ST87, che fino ad oggi non era mai stato segnalato in bibliografia.


Divieti, precauzioni e consigli

Informazione Completa

XYLELLA : INFORMAZIONE COMPLETA

 

shares
Contattaci su WhatsApp